Rue des Lices - Vierge et Enfant

Rue des Lices

Sito e monumento storico, Patrimonio storico, Via A Avignon
  • Anticamente si chiamava rue des Tanneurs (conciatori) poiché vi erano le concerie, in seguito si chiamò rue des Lices (lizze), cioè lo spazio compreso tra due recinti o lungo un recinto.

  • Inizialmente, il termine indicava i doppi parapetti e l'attrezzatura usati per il gioco della Quintana e per allenarsi nella cavalleria.

    ​Segue il tracciato dei bastioni del XII secolo, demoliti per ordine di Luigi XIII nel 1622. Fu la prima via ad essere completamente pavimentata con i ciottoli, su richiesta del vicelegato Carlo Conti, di cui prese temporaneamente il nome nel 1604.

    La Cappella del Verbo Incarnato è l'unica vestigia dell'antico convento delle Suore del Verbo...
    Inizialmente, il termine indicava i doppi parapetti e l'attrezzatura usati per il gioco della Quintana e per allenarsi nella cavalleria.

    ​Segue il tracciato dei bastioni del XII secolo, demoliti per ordine di Luigi XIII nel 1622. Fu la prima via ad essere completamente pavimentata con i ciottoli, su richiesta del vicelegato Carlo Conti, di cui prese temporaneamente il nome nel 1604.

    La Cappella del Verbo Incarnato è l'unica vestigia dell'antico convento delle Suore del Verbo Incarnato, fondato nel 1639 da Jeanne Chézard de Matel, che con le proprie ricchezze aveva creato un centro educativo per ragazze e una comunità religiosa che impiantò in rue des Lices.

    La cappellania generale era un'istituzione caritatevole creata alla fine del XV secolo dal Consiglio comunale per i bisognosi. Durante la Rivoluzione francese prese il nome di "Hospice des indigents" (Ricovero degli indigenti). Gli alloggi degli uomini erano situati a ovest e quelli delle donne a est.
    Il cortile era chiuso da un edificio chiamato La Galère, riservato alle donne di "facili costumi". Quest'ala e la cappella furono distrutte.
    A metà del XIX secolo, il Comune riscattò il sito e venne trasformato in "Caserma dei passeggeri", serviva come alloggio per le truppe militari di passaggio. Nel 1890 divenne sede delle Belle Arti fino al 1998, da cui l'attuale nome di Clos des Arts, data in cui vi sono stati allestiti degli appartamenti.
  • Lingue parlate
    • Francese
Apertura
Periodi di apertura
  • Tutto l'anno 2024
    Aperto Tutti i giorni
Chiudere